coniglio in salmìConiglio in salmì, piatto unico dal sapore ricco, ideale nel periodo invernale. Il coniglio in salmì può essere servito con della polenta malo si può anche servire con del purè o con un qualsiasi altro contorno da voi preferito.

La particolarità del coniglio è il salmì è la sua marinatura prolungata che viene effettuata nel vino e negli aromi, la quale conferisce alla carne di coniglio un gusto caratteristico e intenso.

Vi avvertiamo che la preparazione del coniglio in salmì è un processo molto lungo, ma vedrete alla fine che il risultato che otterrete sarà quello di un secondo piatto saporito e inusuale.

Come preparare il Coniglio al Salmì

Ingredienti per 6 persone:

  • un coniglio spezzettato alle giunture
  • 5 cipolle
  • 4 limoni
  • un bicchiere di vino
  • un bicchiere di aceto
  • 3 foglie di salvia
  • 3 foglie e 3 bacche di alloro
  • 3 chiodi di garofano
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 ramo di rosmarino
  • 1 spicchio di aglio
  • sale e pepe q.b.
  • 1 abbondante noce di burro
  • 2 alici sott’ olio

Come preparare il Coniglio al Salmì

Procedimento:

Porre il coniglio spezzettato alle giunture in una terrina di acciaio, f cercando diacendo attenzione a non rompere le ossa, le quali tendono a scheggiarsi con molta facilità.

Tagliatevi sopra le cipolle  ad anelli e tre dei limoni a fette circolari, dopo di che aggiungete lo spicchio di aglio (non sbucciato), le foglie di salvia, l’alloro , il rametto di rosmarino, le bacche, i chiodi di garofano e infine salate e pepate il tutto.

Fatto ciò aggiungete il succo dei due limoni rimasti, il bicchiere di vino, l’ aceto e due cucchiai di olio, dopo di che  riponete in frigorifero per circa 12 ore mescolando di tanto in tanto.

Trascosre le 12 ore di marinatura, prendete un tegame largo e basso e poneteci la noce di burro assieme ai pezzi di coniglio che avrete accuratamente scolati e fateli rosolare.

Nel frattempo togliete dalla terrina lo spicchio d’aglio, le bacche di alloro, i chiodi di garofano e le bucce delle fette di limone. Tolte le suddette cose aggiungete nella padella, dove state cucinando il coniglio, tutti i solidi rimasti nella terrina; quando vedete che il coniglio tende a seccare aggiungete il liquido rimasto a poco a poco; a cottura ultimata aggiungete nel tegame le due sardelle, girate fino a quando non siano completamente sciolte nella salsa di cottura, togliete dal fuoco prima che si asciughi.

Buon appetito da Giocandoincucina.it